• Conti centro fisioterapia

  • fisiokinesiterapia

  • Studio conti

  • Titolo diapositiva

    Scrivi qui la tua didascalia
    Pulsante

Trattamenti

Per le visite specialistiche e le sedute di terapie fisiche manuali e terapie fisiche strumentali in solvenza , è consigliabile portare con sè la propria documentazione clinica/diagnostica. 

Per le terapie fisiche manuali e terapie fisiche strumentali in regime di accreditamento SSN-Regione Lombardia  è necessario portare con sè il Progetto Riabilitativo Individuale e la relativa prescrizione medica; consigliabile è sempre la refertistica clinica/diagnostica.


Trattamenti manuali

massaggi
  • Infiltrazioni articolari
  • Mesoterapia
  • Manipolazioni vertebrali e articolazioni periferiche
  • Rieducazione motoria individuale
  • Rieducazione motoria strumentale
  • Riabilitazione perineale
  • Massoterapia: tecnica pompage, sportiva, decontratturante, defaticante
  • Linfodrenaggio
  • Allungamento catene muscolo legamentose
  • Fibrolisi
  • Trazione lombare attiva
  • Riabilitazione sindromi neurologiche periferiche
  • Rieducazione posturale/mezieres
  • Rieducazione neuromotoria
  • Kinesio-tape

Terapie fisiche strumentali

trattamenti
  • Tecar terapia
  • Magnetoterapia
  • Ultrasuono terapia anche ad immersione
  • Laserterapia
  • Elettroterapia stimolante
  • Ionoforesi
  • Trazioni scheletriche
  • Autotrazioni
  • Onde d'urto
  • Tens
  • Correnti diadinamiche
  • Cryo terapia

 

Che cos'è l'osteopatia?

Osteopatia

L’osteopatia è una terapia manuale che si sviluppa nel 1874 grazie agli studi e all’esperienza clinica del Dr. Andrew T. Still.
Still concentrò la sua attenzione sulle relazioni meccaniche e funzionali che vincolano i vari organi tra loro, oltre che sul legame tra le disfunzioni meccaniche e la comparsa di sintomi dolorosi e malfunzionamenti. Studiò approfonditamente, inoltre, la fisiologia e i meccanismi di autoregolazione del corpo umano, fondamentali per guarire dalla “malattia” e per mantenere in buono stato la propria salute.

Come si svolge un trattamento osteopatico?

Dolori alla schiena

Durante la prima seduta l'osteopata fa un colloquio al paziente e prende visione degli eventuali esami in suo possesso con lo scopo di indagare e inquadrare il sintomo lamentato. Poi procede con la valutazione: attraverso i classici test ortopedici e neurologici di screening inquadra il problema ed esclude la presenza di controindicazioni al trattamento; poi indaga le strutture, vicine o lontane, collegate al sintomo presentato, con l’obiettivo di “scovare” quelle che manifestano un movimento ridotto o bloccato; quindi procede con il trattamento, mobilizzando in vario modo le zone bloccate per rimetterle nella possibilità di svolgere correttamente la loro funzione.
Viene valutata la mobilità non solo del sistema muscolo-scheletrico (articolazioni, muscoli, tendini..) ma anche del sistema viscerale e fasciale, nonché la mobilità reciproca di cranio e sacro.
Spesso un sintomo, comparso magari in seguito a un trauma o a un movimento scorretto, fatica a risolversi a causa dell'adattamento meccanico e posturale che si instaura come reazione al dolore: l'osteopata indaga e tratta non solo la zona del sintomo o del trauma ma anche le strutture ad essa collegate che potrebbero aver sofferto per compenso o per contraccolpo meccanico. Questo è importante nei dolori acuti ma soprattutto nei casi di dolore cronico.

Quando può essere indicato un trattamento osteopatico?

cure osteopatiche

Il trattamento osteopatico è indicato in presenza dei più comuni sintomi muscolo-scheletrici, come le lombalgie, le cervicalgie, i quadri di compressione radicolare, le artralgie...
È molto utile per valutare l’esistenza di eventuali scompensi conseguenti a traumi o interventi chirurgici, dopo una gravidanza, durante grandi lavori ortodontici e in presenza di disturbi funzionali complessi, legati o meno a una patologia (emicrania, sindrome del colon irritabile, ernia jatale, sindrome da reflusso gastroesofageo, disfunzioni della sfera ginecologica).
Avendo a disposizione un ampio corollario di tecniche manuali (strutturali, fasciali, funzionali, craniosacrali) può trattare pazienti di qualunque età.

MAI PENSATO ALL’OSTEOPATIA?

  • MAL DI SCHIENA
  • TORCICOLLO
  • REFLUSSO GASTRICO
  • COLON IRRITABILE
  • EMICRANIA

L’ OSTEOPATIA si avvale di tecniche esclusivamente manuali e può risolvere diverse disfunzioni meccaniche (contratture, blocchi articolari, rigidità diaframmatiche) che impediscono al corpo di muoversi liberamente.

  • TECNICHE STRUTTURALI: per trattare le rigidità muscolari e articolari (in caso di lombalgie, ernie del disco…)
  • TECNICHE VISCERALI: particolarmente indicate per disfunzioni come ernia jatale, colon irritabile, endometriosi
  • TECNICHE MIO-FASCIALI: nei casi di contratture o problemi muscolari
  • TECNICHE CRANIO-SACRALI: in caso di emicranie, sinusiti, mal occlusioni, otiti

Ionoforesi

Per ionoforesi si intende l'introduzione di un farmaco nell'organismo attraverso l'epidermide (somministrazione per via trascutanea), utilizzando una corrente continua (corrente galvanica), prodotta da un apposito generatore. Sostanzialmente si potrebbe definire un'iniezione "senza ago".

 

I vantaggi della somministrazione di farmaci con questa modalità sono essenzialmente:

  • Evitare la somministrazione per via sistemica (orale, intramuscolare, endovenosa)
  • Applicare il farmaco direttamente nella sede corporea interessata dalla patologia
  • Permettere l'introduzione del solo principio attivo, senza veicolanti (eccipienti)
  • Permettere agli ioni di legarsi a determinate proteine protoplasmatiche
  • Iperpolarizzare le terminazioni nervose
Share by: